TROVA LE OFFERTE MIGLIORI PER LA TUA PROSSIMA VACANZA A CAORLE


Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini


Invia una richiesta a tutte le strutture della categoria scelta


Arrivo
Partenza
Categoria

News / Eventi Caorle



05/04/2009 - Caorle: Canti Gregoriani 05 Aprile 2009

Caorle: Canti Gregoriani - Domenica 5 aprile La Schola Gregoriana Aurea Luce di Ponte di Piave-Salgareda, diretta da Renzo Toffoli propone un concerto di Canto Gregoriano e poesia medievale dal titolo: Vultus Christi, L’immagine di Cristo nella Sindone. L’appuntamento è per domenica 5 aprile 2009, alle ore 20.30, nella Chiesa di Maria Immacolata della Parrocchia di Santa Margherita di Caorle, Si tratta di un concerto monografico che costituisce un unicum nel panorama del canto gregoriano comunemente noto. Verrà proposto un programma per la maggior parte dei brani afferenti alla liturgia della Sacra Sindone. Il concerto si diversifica anche per un’altra peculiarità: oltre al canto gregoriano viene proposta la recitazione di un componimento in volgare di Jacopone da Todi “E io pur vorrei vedere la tua sembianza”, tratto da “La teorica del divino amore”, che vede protagonista Federica Risigo. Oltre ai dieci brani del programma sindonico ne verranno proposti altri afferenti alla liturgia della domenica delle Palme come i graduali Collegerunt e Christus factus est; o dell’adorazione della Santa Croce il Venerdì Santo: gli Improperia, l’antifona Ecce lignum crucis, e gli inni Vexilla regis e Crux fidelis (questi ultimi due sono produzioni dell’ultimo compositore latino, Venanzio Fortunato nativo di Valdobbiadene), mentre un sesto, il Kyrie “Qui passurus”, appartiene al mattutino “Ad tenebras” rinvenuto in un antico codice di Cremona. Termina il programma una sequenza tropata, “Surgit Christus cum trophaeo”, rinvenuta in uno psalterium_hymnarium, del XIV/XV sec. nell’aula Capitolare di Oristano. La singolarità e la rarità di un simile programma dovrebbe indurre gli amanti dell’antico canto gregoriano a non perdere l’occasione di questa audizione e, nel contempo, stimolare la curiosità di coloro che ne sono digiuni ad avvicinarsi per scoprire qualcosa di molto bello e spiritualmente elevato che ormai non sentiamo più nelle liturgie per le quali questo canto sacro è stato composto.


- NEWS

Cerca News a Caorle:


Ricerca per data:

Dal Al

Oppure per testo:

Testo